vitigno baratuciat

Baratuciat Vitigno

Baratuciat  vitigno a bacca bianca; è autoctono della Val di Susa, ed è stato recentemente riscoperto e valorizzato, ad un passo dall’estinzione, come già avvenuto di recente per il vitigno valsusino a bacca rossa Avanà (DOC Rosso Val Susa).

È un’uva ad acino ellittico con la buccia di medio spessore molto pruinosa, di colore giallo/verde, dorato a maturità. Gli acini hanno la polpa poco consistente, succosa e non colorata. È un vitigno precoce e vigoroso. Il grappolo a maturità è medio o medio piccolo, compatto, conico o cilindrico.

I viticoltori locali, nelle zone ove era tradizionalmente presente, ne ricordano varianti del nome anche piuttosto distanti, come “Bertacuciàt”, o “Berlu ‘d ciàt”. Vi sono trovati riferimenti storici locali, che risalgono a fine ‘800, per un “Berlon ‘d ciat bianco”.

Il vitigno non rientra attualmente nella Denominazione di Origine “Val Susa” (DOC), peraltro sono in corso iniziative da parte di alcuni produttori in tal senso. Attualmente viene vinificato in purezza o insieme ad altri vitigni bianchi (ad esempio: Moscato,Gros Blanc).

Showing the single result